UN TEMPO E MEZZO, POI LA RESA.
lista news completa »


L'Edera Trieste espugna (7-10) via Cinque. Stella tiene in partita Asiago per un tempo e mezzo; Vipers anche in vantaggio, ma poi c'รจ il crollo.

Resiste un tempo e mezzo la Rigoni di Asiago Vipers contro la capolista Edera Trieste, che alla fine espugna meritatamente la pista di via Cinque (7-10) e mantiene il comando a punteggio pieno della classifica.
Ospiti appena usciti da una settimana movimentata iniziata con l’eliminazione in Champions e conclusasi con il “taglio” degli sloveni Simsic e Zerdin a beneficio del finlandese Tiinus (al debutto) e dello slovacco Ertel (non ancora disponibile). Tra i giuliani assenti anche gli altri due sloveni (Kos e Krivic). Padroni di casa che ritrovano Luca Tessari e Sartori.
Il match, iniziato 12’ dopo l’orario previsto a causa del ritardo di alcuni giocatori ospiti, si apre con un’occasionissima per i campioni d’Italia: Laricchia (il migliore dei suoi) serve un assist d’oro a Frizzera, che sbaglia con la porta spalancata. Avvio frenetico. All’1’08” Edera in inferiorità numerica (Frizzera). Asiago gioca bene, ma non sfonda, anche perché al 2’50” la traversa salva gli avversari sul fendente di Sergio Rigoni. Al 4’43” ospiti vicini al vantaggio: due contro uno Laricchia-Hammond, con quest’ultimo fermato da un grandissimo Stella che chiude con il gambale. Il portiere asiaghese, al 6’, è provvidenziale anche su Laricchia. Al 6’25”, però, difesa scoperta, Frizzera libera Laricchia che non sbaglia a tu per tu con Stella (0-1). Asiago perde lo smalto iniziale. All’8’ penalità a Ceschini, con Stella ancora decisivo, stavolta di stecca, nello spezzare il duetto Laricchia-Hammond. Al 9’ deviazione davanti porta di Montanari, Stella sventa, ma il raddoppio arriva pochi secondi più tardi (9’20”) con un polsino di Hammond (0-2). Al 10’50” Vipers vicini alla rete con l'altro Stella (Stefano) la cui deviazione termina a lato non di molto. Nella stessa azione penalità ad Ottino, ma il primo brivido è su di una ripartenza di Hammond, arginata dal solito Stella. Si cambia fronte e Sergio Rigoni (11’22”) trova il pertugio per battere Peruzzi (1-2). Gara spigolosa ed arbitri non all’altezza. Al 13’ Hammond verticalizza per Frizzera, che non arriva alla deviazione. Asiago un po’ sopra le righe negli interventi, anche se al 13’56” viene sanzionato il meno evidente (2’ a Gianluca Stella). Al 14’50” Stella salva alla disperata su Montanari, dimenticato da tutti. Al 16’09” doppio Peruzzi, prima su Mosele e soprattutto su Filippo Tessari. L’Edera rischia, ma quando si distende fa davvero paura. Asiago replica con qualche isolata iniziativa dei singoli. Al 17’44” Sergio Rigoni serve il disco a Ceschini davanti a Peruzzi, “velo” e gol (2-2). Al 17’59” giusta penalità a capitan Petrone, chiamata, però, con qualche secondo di ritardo. Al 18’10” è la traversa a salvare Asiago sul tiro dalla distanza di Frizzera. Stella estrae un paio di interventi pazzeschi e tiene a galla i compagni. Al 20’ contropiede giuliano, ma l’assist di Hammond è impreciso e Tiinus non ci arriva. Al 21’23” guizzo sulla destra di Laricchia, Stella chiude. Al 21’40” palo di Petrone. Timide proteste asiaghesi per un presunto gol (che non sembra esserci). Al 22’14” Laricchia pareggia subito i “legni”. Al 24’ Rossi si fa rubare il disco da Hammond, Stella mette una pezza. Una ventina di secondi dopo Laricchia scheggia la parte alta della traversa.
Seconda frazione che si apre ancora con Stella protagonista di un’altra parata decisiva su Hammond. Al 1’ Petrone per Ceschini, tutto solo, che però manca il disco da due passi. Al 2’ Rossi e Carli sciupano due clamorose occasioni sotto porta. Errori pesanti. Al 3’45” buco difensivo, Ottino arriva indisturbato davanti a Stella salvato dal palo (clamoroso). Al 5’19” contropiede Vipers e Stefano Stella trova il tocco vincente. Sorpasso (3-2). Asiago prova a tenere il disco, ma la tattica dura troppo poco, perché all’8’38” l’Edera va in superiorità (2’ a Stefano Stella) e al 9’08” Laricchia firma il 3-3. Asiago accusa il colpo e sbanda: prima rischia su Hammond (che divora il controsorpasso a porta vuota) e poi incassa il 3-4 dal solito Laricchia (palo-gol). Uno-due micidiale. All’11’18” tiro dall’angolo di Hammond che sorprende Stella (3-5). All’11’42” sussulto Vipers: Peruzzi si allunga e sventa alla grande su Carli, a colpo sicuro. Al 12’51” altro contropiede e l’imprendibile Laricchia chiude i conti (3-6). Time out. Al 14’31” Asiago accorcia con un tiro di Sartori “sporcato” forse da Stefano Stella (4-6). I Vipers ci provano, soprattutto con Sartori, ma Peruzzi c’è, così come al 15’20” sul tentativo di Filippo Tessari. Al 15’50” Stella “pinza” in bello stile l'ennesima conclusione di Laricchia. Power-play Vipers. Al 16’24” Luca Tessari non trova il “tap in” da due passi, bravo Peruzzi a bloccare. Al 16’37” è ancora Laricchia, in inferiorità, a riscrivere la parola fine al match andando in slalom fino al gol del 4-7. Altro sussulto al 17’53”: Filippo Tessari in “back” supera Peruzzi (5-7). Al 18’14”, però, in penalità differita segna pure Ottino (4-8). Al 18’35” Asiago scoperto e l’ex Civitavecchia va in uno contro zero ed infila Chiesa, subentrato ad un esausto Stella dopo il settimo gol. Al 15’13” c’è gloria anche per Frizzera (5-10). Al 15’25” palo di Ceschini. Nulla di rilevante da segnalare fino al 22’15”, quando in power-play Sartori accorcia. A rendere meno amara nella proporzioni la sconfitta ci pensa (24’39”) Ceschini (7-10) che buca Dudine, subentrato poco prima a Peruzzi.
Prossimo appuntamento tra queste due squadre martedì 6 dicembre a Cittadella per la gara di ritorno della finale di Coppa Italia. Ore 21, diretta su Rai Sport.


Rigoni di Asiago - Edera Trieste   7-10 (primo tempo 2-2)
                
RIGONI DI ASIAGO VIPERS
: Stella G., Chiesa; Mosele, Petrone, Rossi, Lamonaca, Tessari L., Sartori, Rigoni A.; Stella S., Tessari F., Rigoni Se., Ceschini, Tessari N., Carli, Strazzabosco. All.: Forte.
EDERA TRIESTE: Peruzzi, Dudine; Frizzera, Montanari, Ottino, Tiinus, Hammond, Laricchia, Pittani, Dewonderveid, Raimondi, Valcareggi. All.: Hribersek.
Arbitri: Marri e Gufler S.
Reti. Pt: 6’25” Laricchia (T), 9’20” Hammond (T), 11’22” Rigoni S. (A), 17’44” Tessari L. (A). St: 5’19” Sartori (A), 9’08” Laricchia (T), 10’07” Laricchia (T), 11’18” Hammond (T), 12’51” Laricchia (T), 14’31” Sartori (A), 16’37” Laricchia (T), 17’53” Tessari F. (A), 18’14” Ottino (T), 18’35” Ottino (T), 20’13” Frizzera (T), 22’15” Sartori (A), 24’39” Ceschini (A).

Gli altri risultati della 9a giornata. Milano 24-Mammuth Latina 15-0; Cittadella-Sportleale Monleale 1-7; Lions Arezzo-Empoli 4-5 (disputata il 20 novembre). Hanno riposato Diavoli Vicenza e Ghosts Padova.
Classifica. Edera Trieste ** punti 21; Sportleale Monleale ** 18; Diavoli Vicenza ** 16; Milano 24 * 14; Rigoni di Asiago Vipers * 13; Cittadella * 9; Ghosts Padova ** 8; Empoli * 6; Mammuth Latina ** 3; Lions Arezzo 0. (* partite in meno).


Foto Carlo Dal Sasso


Immagini allegate
Gianluca Stella, decisivo nel primo tempo per tenere a galla i compagni (foto Dal Sasso).

 
      


 


 

On this cold Budapest morning I got up as fresh as scarcely replica watches sale ever before, checked all my gear one last time - laptop, camera, chargers, lenses, flash, memory cards, batteries - and replica watches uk finally set off to have what I would call "my first watch exhibition experience." My destination was the 2013 SalonQP fine watch exhibition, held between the 7th and 9th of November, in the Saatchi Gallery in the fabulous city of London. Saying replica watches sale that I was excited would be a massive understatement. Although I was familiar with this annual event - we at aBlogtoWatch have covered it several times - the thought of seeing so many special watches "in the metal," at the same place, at the same time had me rolex replica uk counting down the days and weeks before the event started. Before we begin to discuss the highlights of replica watches sale the show, allow me to briefly describe SalonQP for those who have not had the replica watches sale pleasure of attending before.