UN ALTRO PICCOLO PASSO E...
lista news completa »


Gara 3 potrebbe consegnare ai Vipers il settimo scudetto consecutivo ma guai a pensare che l'Edera voglia fare la vittima sacrificale. Inizio h 20.30.

Un'ultima vittoria. Questo è ciò che separa la Rigoni di Asiago dall'ennesimo trionfo e da una nuova pagina di storia dell'inline. Dovessero vincere gara 3, infatti, Sartori e compagni porterebbero a 7 i tricolori del sodalizio asiaghese, scrivendo l'ennesima impresa di un gruppo che non finisce mai di stupire. E' proprio il capitano della Rigoni ad esternare le sensazioni della vigilia di gara 3:<< Stiamo bene e non vediamo l'ora che arrivi la partita. I due incontri contro l'Edera hanno detto chiaramente che siamo in salute e che non abbiamo alcuna voglia di abdicare; visti i risultati di gara1 e gara2, quella di domani potrebbe sembrare una formalità, ma conosco troppo bene sia Rela che i giocatori dell'Edera per pensare che possano darsi per vinti in partenza. Anzi, sono proprio convinto che quella di domani sarà in assoluto la gara più difficile della serie con l'Edera pronta a giocarsi il tutto per tutto; sono anche loro al termine di un ciclo e non vorranno lasciare nulla di intentato. Mi aspetto davvero una partita "vera" e dovremo essere bravi a mantenere la concentrazione e la determinazione che abbiamo avuto in tutti questi playoff. Abbiamo l'occasione per vincere il nostro primo scudetto ad Asiago e faremo di tutto per non farcela sfuggire!>>
In gara 2 Asiago ha disposto abbastanza a piacimento dei rossoneri giuliani, apparsi davvero spaesati nelle "praterie" dell'Odegar e con il passare dei minuti sempre più vittime delle scorribande di Mantese e soci ben più "in forma" della truppa di Rela. Asiago che fa la partita ed Edera che prova a ripartire in contropiede dovrebbe essere anche il leit-motiv di gara 3 le cui sorti dipenderanno molto dalla vena del portiere degli ospiti, Diego Riva, colpito a freddo in entrambe le partite precedenti senza dare così modo ai suoi di entrare in partita (anche se all'esperto portiere agordino non sono imputabili particolari colpe).
In casa Asiago, soliti probemi di abbondanza per Canei, chiamato a operare due "tagli" anche per questa gara; rientrano nei sedici a disposizione sia Mosele (Marco) che Tessari, out in gara 2, come dovrebbe essere regolarmente al suo posto Penko, colpito in settimana da un lieve stato influenzale, con Stella comunque pronto a sostituire il portierone sloveno qualora non dovesse essere al meglio. Direzione di gara affidata alla coppia Grandini-Rizzi che scodellerà il primo disco ale 20.30 in un Odegar che speriamo possa essere gremito di tifosi pronti a spingere i Vipers verso l'ennesima impresa...
Vi aspettiamo!


Finale scudetto  - programma e risultati

Gara 1 @ Trieste (domenica 2 maggio 2010): Edera Trieste - Rigoni di Asiago Vipers 2-10
Gara 2 @ Asiago
(martedì 4 maggio 2010): Rigoni di Asiago Vipers - Edera Trieste 7-3
Gara 3 @ Asiago (sabato 8 maggio 2010): Rigoni di Asiago Vipers - Edera Trieste (h 20.45 stadio Odegar)
ev Gara 4 @
Trieste (Martedì 11 maggio 2010): Edera Trieste - Rigoni di Asiago Vipers (h 20.30 Chiarbola)
ev Gara 5
@ Asiago (Sabato 15 maggio 2010): Rigoni di Asiago Vipers - Edera Trieste (h 20.45 stadio Odegar)

Asiago conduce la serie 2-0


Rigoni di Asiago Vipers
Ufficio Stampa



Immagini allegate
Sartori contro Riva

 
      


 


 

It was cheaper than the 5512, built especially to replica watches sale get it on the wrist of everyone and anyone, and it worked like a charm. The 5513 could be had for around two weeks' average wage, making it replica watches uk extremely accessible and successful. After Wilsdorf's death in 1960, Rolex continued its founder's dominance of the sea with aplomb. The concept Deep Sea Special visited the lowest place on replica watches sale Earth - the Mariana Trench - in the same year, and the Sea-Dweller, with its patented gas escape valve, secured a contract with diving rolex replica uk contractor COMEX in 1967. But the biggest challenge was yet to come, and it was powered by a battery. Through the sixties and replica watches sale seventies, companies like Bulova and Elgin began development of an electronic watch. Once Seiko got wind of this new technology, they took the concept and ran with replica watches sale it, causing what is now known as the 'quartz crisis'.