CHAMPIONS, SECONDA SCONFITTA. DOMANI IL CAEN.
lista news completa »


Longhini (doppietta) tiene avanti i suoi per tutto il primo tempo ma il 2-2 dell'Amiens taglia le gambe ai Vipers che nel 2° tempo finiscono le energie.

Alla fine la spunta l'Amiens. E anche in questa seconda partita il punteggio non è certo lo specchio della partita, con i Vipers che giocano meglio dei transalpini nei primi 20 minuti ma una volta raggiunti sul 2-2 (in superiorità numerica e a pochi secondi dalla fine della prima frazione) accusano il colpo e non riescono più a superare l'ottimo Lefranc (ex Rethel) mentre l'imprendibile Clement Crigner mette a segno una tripletta che abbatte i Vipers e segna il solco che porterà al definitivo 7-2.
La Partita. Asiago parte bene e sfida senza alcun timore "les Ecureuils" dell'Amiens, ieri vicini al colpaccio contro i padroni di casa dell'Anglet. Il primo tentativo è di Schivo che per un pelo non sorprende Lefranc sul primo palo, Asiago mantiene a lungo il possesso del disco ma un fallo (veniale) di Sartori in zona d'attacco consente ai francesi di giocare con l'uomo in più e di passare al secondo tentativo con Stella sorpreso dal rasoterra sul primo palo di Jimi Lefranc (3'51"). I ragazzi della Rigoni di Asiago però tornano subito in attacco e trovano una superiorità per il fallo di Messier su Schivo. Powerplay Asiago e dopo un primo tentativo di Tessari salvato sulla linea da Lefranc è Longhini a trovare il pertugio per il meritato 1-1 del minuto 5'06"; la partita vive di continui capovolgimenti di fronte ed entrambe le squadre alternano i loro uomini in panca puniti. Petrone si fa cogliere in un fallo evitabile su Lecuelle ma nel powerplay che ne consegue sono i Vipers a rendersi più pericolosi con le incursioni di Rossi-Stella e Longhini-Sartori e con Stella (Gianluca) bravo a disimpegnarsi sulla deviazione ravvicinata di Lefranc (Jimi, anche lui ex Rethel).
Sartori e Macquet si fanno spedire in panca per reciproche scorrettezze (minando il proseguio del match del capitano asiaghese gravato di 2 falli) e poco dopo è Rossi ad essere fermato con le cattive da Dheilly che finisce sul pancone dei puniti. I Vipers, in powerplay, vanno a più riprese al tiro con Petrone, Rossi, Longhini e Carli ma Lefranc è davvero insuperabile. Si torna in parità numerica ed è nuovamente Longhini, ottimamente servito da Tessari e Sartori a scaraventare il disco alle spalle di Lefranc per il meritato sorpasso Vipers (14'35"). Amiens accusa il colpo e si produce in una reazione scomposta che porta in panca puniti prima Messier (ottima circolazione degli asiaghesi in penalità differita) e poi con Crigner (Clement) pescato in fallo su Pertile. In 4 contro 2 (per 10 secondi) i Vipers non riescono ad andare al tiro e anzi, si fanno incredibilmente infilare in contropiede da Crigner (Clement) che sorprende prima Petrone e poi Stella da due passi (18'24"). Il 2-2 è una vera e prorpia mazzata sul morale dei campioni d'Italia che non riescono più a mostrare quanto di buono fatto finora.
Nella seconda frazione Amiens si ripresenta con maggior determinazione e trova il vantaggio già al secondo minuto con Crigner (Renaud) che in situazione di 2 contro 1 deposita in rete il comodo disco servitogli da Messier. Asiago non ne ha proprio più e Amiens non perdona presentandosi a più riprese e spesso in superiorità numerica dalle parti di Stella come al 24'58 quando sul disco perso da Schivo è Messier a segnare il goal "fotocopia" del precedente. Il 4-2 scuote un po' i Vipers che, pur rischiando sempre sulle ripartenze avversarie, tornano ad impensierire Lefranc con le conclusioni di Carli, Longhini e Schivo con quest'ultimo che dopo un rapido rap-around grida al goal ma non trova conforto nella decisione arbitrale che fa segno che il disco non ha superato la linea della porta del portiere francese.
Come nella partita di ieri, di certo non si può dire che i Vipers siano fortunati e riprova ne è l'azione del 28mo minuto con Sartori che devia sul palo l'assist di Longhini, Amiens in contropiede e comoda rete da 2 passi di Crigner (Clement) che elude l'intervento di Pertile e infila Stella (5-2). Schivo si fa cogliere in fallo su un ripiegamento difensivo ma lo special team dei Vipers regge ben l'urto degli avanti francesi e una volta ristabilita la parità numerica è Longhini a far tremare i polsi di Lefranc con uno dei sui soliti back che scheggia la traversa. Goal sbagliato-goal subito e in azione manovrata è ancora Crigner (Clement) a farsi trovare libero sottoporta per la rete del 6-2 del minuto 33'23".
Tessari e Schivo si fanno pescare in fallo nella stessa azione ma nel 4 vs 2 per l'Amiens le 2 coppie di difensori scelte da Sartori (Rossi-Stella e Carli-Petrone) sono a dir poco fantastiche, gettandosi su ogni tentativo degli arrembanti francesi. Stella ci mette più di una pezza e così i Vipers passano indenni questi interminabili 120 secondi. Ristabilito il 4 contro 4 è Carli ad impegnare Lefranc ma il disco non ne vuol sapere di entrare, Dalle Ave (all'esordio europeo) si fa cogliere in fallo su Messier e sul powerplay che ne deriva è lo stesso attaccante francese a superare Stella per il definitivo 7-2 che punisce oltremodo i volenterosi e sfortunati portacolori della Rigoni di Asiago.
Domattina sfida al Caen per il 7°-8vo posto, con i transalpini battuti nella prima sfida della giornata dai connazionali de Rethel (3-1). Forza ragazzi, siamo lì con voi!


LES ECUREUILS D'AMIENS - RIGONI DI ASIAGO VIPERS: 7-2 (2-2)

LES ECUREUILS D'AMIENS:
Lefranc T., Ruette; Detaille, Lefranc J, Messier, Crignier R., Crignier C., Brachot, Dheilly, Lecuelle, Scellier, Verkest, Macquet, Godart. All.: Crignier Gererd.

RIGONI DI ASIAGO VIPERS: Stella G., Franchini; Petrone, Rossi, Dalle Ave, Carli S., Tessari F., Stella S., Pertile, Longhini, Sartori, Schivo. All.: Sartori.

Arbitri: Romais Oscar (Spa) e Wiart P. (Sui)

Reti.
Pt
: 3’51” Lefranc J (Am), 5’06” Longhini (As), 14’35” Longhini (As),  18’33” Crignier C. (Am).
St: 22’48” Crignier R.(Am), 24'58" Messier (Am), 28'48" Crignier C. (Am), 33'23" Crignier C. (Am), 38'39" Messier (Am)

Quarti di finale (ieri):
Majorca-Caen 6-3;
Asiago-Civitavecchia 3-8;
Rethel-Valladolid 1-4;
Anglet-Amiens 3-2.

Semifinali 5°-8° posto (oggi).
ore 14.00 Caen-Rethel: 0-3;
ore 15.30 Asiago-Amiens 2-7

Semifinali 1°-4° posto (oggi).
ore 18.00 Anglet-Civitavecchia: 4-2;
ore 19.30 Majorca-Valladolid 1-3

Domani:
7-8 posto Asiago-Caen
5-6 posto Rethel-Amiens
3-4 posto Civitavecchia- Majorca
1-2 posto Anglet - Valladolid


Rigoni di Asiago Vipers
Ufficio Stampa



Immagini allegate
Amiens in attacco

 
      


 


 

It was cheaper than the 5512, built especially to replica watches sale get it on the wrist of everyone and anyone, and it worked like a charm. The 5513 could be had for around two weeks' average wage, making it replica watches uk extremely accessible and successful. After Wilsdorf's death in 1960, Rolex continued its founder's dominance of the sea with aplomb. The concept Deep Sea Special visited the lowest place on replica watches sale Earth - the Mariana Trench - in the same year, and the Sea-Dweller, with its patented gas escape valve, secured a contract with diving rolex replica uk contractor COMEX in 1967. But the biggest challenge was yet to come, and it was powered by a battery. Through the sixties and replica watches sale seventies, companies like Bulova and Elgin began development of an electronic watch. Once Seiko got wind of this new technology, they took the concept and ran with replica watches sale it, causing what is now known as the 'quartz crisis'.