Argento vivo...
lista news completa »


Le Assicura Asiago Pink Vipers cedono (4-0) in finale alla corazzata Torino. Applausi per le rosanero, vice campioni d'Italia.

Argento vivo. Brave, anzi bravissime le ragazze delle Assicura Asiago Pink Vipers, che chiudono la stagione, la terza della loro giovane storia, con un risultato incredibile, anzi (p)inkredibile: vice campioni d’Italia!
La “Final Four” di Empoli è stata un successo per questa squadra, capace di rimontare (da 0-2 a 3-2) le padrone di casa in semifinale e quindi di uscire comunque a testa alta dall’improbo scontro finale con le campionesse in carica del Torino, semplicemente più forti (4-0) e meritatamente ancora regine d’Italia.
Partita estremamente difficile, quella con le piemontesi, che le rosanero cercano di interpretare come meglio possono, ma il maggior tasso tecnico delle avversarie alla lunga si rivela decisivo.
Torino, al 7’, passa in vantaggio grazie ad un tiro di Ricca. Poco dopo le Pink rimangono in inferiorità numerica (troppi i minuti di penalità collezionati, ben 22’, tra cui 10’ a Silvia Toffano), anche doppia, ma se la cavano. Tuttavia vanno al riposo sotto di due reti, complice la marcatura della solita De La Forest, che salta Pertile, conclude una prima volta e quindi si avventa sulla respinta di Caneva, infilando il disco alle sue spalle. Questa volta, però, la clamorosa rimonta non riesce. Altra doppia inferiorità (fuori Alzetta e Toffano) e allo scadere della penalità arriva il 3-0 siglato in “back” dalla Carignano. Neanche due minuti più tardi Ballardini (Elisa) cala il poker che sancisce la conquista del quarto scudetto, il secondo di fila, per la formazione allenata da Vaccarino. Applausi per il Torino, dunque, ma applausi soprattutto per le ragazze di Ricky Forte e Maurizio Schivo, semplicemente sorprendenti. Grazie ragazze!

Semifinali (sabato 30 maggio)
Draghi Torino – Modena 4-0
Empoli – Assicura Asiago Pink Vipers 2-3

Finali (domenica 31 maggio)
Finale 3° posto Empoli – Modena 2-1
Finale 1° posto: Draghi Torino – Assicura Asiago Pink Vipers 4-0

I TABELLINI DELLE PARTITE

Draghi Torino - Assicura Asiago Pink Vipers 4-0 (pt 2-0)
Draghi Torino
: Montanari, Traversa, Cerini, Avanzi, Ballardini Eli., Ballardini Ele., Saletta, Ricca, Grosso, De La Forest, Di Giovanni, Galliana, Gili, Casassa, Carignano, Battaglia. All.: Vaccarino.
Assicura Asiago Pink Vipers: Caneva, Pesavento, Pertile, De Rocco, Toffano, Vellar M., Sartori, Alzetta, Tartaglione, Rigon. All.: Forte-Schivo
Arbitri: Rizzi-Liotta.
Reti. Pt: 6’57” Ricca (T), 16’12” De La Forest (T). St: 6’53” Carignano (T), 8’19” Ballardini Eli. (T).

Empoli - Assicura Asiago Pink Vipers 2-3 (pt 0-0)
Empoli
: Boschi, Amici, Tudini, Guglielmino, Battocchio, Belvedere, Giannini, Marroncini, Massa, Pagliaricci, Pirino, Politi, Raia, Salvatore, Ventura. All.: Carboncini.
Assicura Asiago Pink Vipers: Caneva, Pesavento, Pertile, De Rocco, Toffano, Vellar M., Sartori, Alzetta, Tartaglione, Rigon. All.: Forte-Schivo
Arbitri: Rizzi-Liotta.
Reti. St: 4'56" Guglielmino (E), 7'34" Guglielmino (E), 9'05" Tartaglione (A), 9'31" Toffano (A), 15'26" Toffano (A).

Foto allegate di Mauro Gloder

Assicura Asiago Pink Vipers
Ufficio Stampa

 



Immagini allegate
Pink d'argento.

 
      


 


 

It was cheaper than the 5512, built especially to replica watches sale get it on the wrist of everyone and anyone, and it worked like a charm. The 5513 could be had for around two weeks' average wage, making it replica watches uk extremely accessible and successful. After Wilsdorf's death in 1960, Rolex continued its founder's dominance of the sea with aplomb. The concept Deep Sea Special visited the lowest place on replica watches sale Earth - the Mariana Trench - in the same year, and the Sea-Dweller, with its patented gas escape valve, secured a contract with diving rolex replica uk contractor COMEX in 1967. But the biggest challenge was yet to come, and it was powered by a battery. Through the sixties and replica watches sale seventies, companies like Bulova and Elgin began development of an electronic watch. Once Seiko got wind of this new technology, they took the concept and ran with replica watches sale it, causing what is now known as the 'quartz crisis'.