[Notizia inserita il giorno 16-04-2009] archivio news
clicca per ingrandire la foto

CAMPIONATO FEMMINILE
Tempo di derby per le rosanero. Sabato arrivano le Ghosts Ladies Padova.

 

 

Archiviati l’esordio col botto (4-0 alle campionesse d’Italia del Torino, seppur non al completo) e la sosta pasquale, le Assicura Asiago Pink Vipers sono pronte a tornare in pista per la seconda giornata del girone “A” del campionato femminile.Sabato 18 aprile, alle ore 16, in Altopiano è in programma l’atteso derby veneto con le Ghosts Ladies Padova. Le altopianesi anche nel corso della pausa hanno proseguito la preparazione per questo appuntamento e certamente faranno di tutto per ottenere un risultato positivo che potrebbe schiudere interessanti prospettive di classifica.
Un derby quasi per inliners pure, visto che molte atlete (tra cui le rosanero Silvia Toffano e Linda De Rocco) sono impegnate nel Mondiale di Seconda Divisione di hockey su ghiaccio in corso di svolgimento a Torre Pellice.
Assenze importanti da una parte e dall’altra dunque, ma sfida che si preannuncia comunque intensa e piacevole. In casa Pink Vipers, oltre alla Toffano e alla De Rocco, non ci saranno Sartori, Rodeghiero, Segafredo (Margherita) e Formenton. Scelte obbligate dunque per i tecnici Ricky Forte e Maurizio Schivo. « Saremo due linee contate – fa sapere il capitano Monica Pesavento – e quindi sarà un incontro particolarmente impegnativo anche sotto l’aspetto fisico. Dovremo essere brave a gestire le energie ed essere disciplinate, evitando penalità e di conseguenza sforzi maggiori. Siamo tutte cariche per questo derby e l’assenza di Linda (De Rocco) e Silvia (Toffano) sarà un ulteriore stimolo a far bene. Ci teniamo molto a dimostrare le potenzialità di questo gruppo e daremo ancora qualcosa in più in questa partita ».
Un derby non inedito, visto che l’anno scorso le due formazioni si erano incrociate nel gironcino di semifinale del campionato. Vinsero 2-0 le rosanero, grazie alle reti di Daniela Alzetta ed Anna Rigon, entrambe in gol anche nell’esordio di quest’anno.
Rispetto al 2008 anche il Padova ha cambiato look, irrobustendo l’organico con l’inserimento di qualche elemento di maggior esperienza e qualità proveniente dall’hockey su ghiaccio (Friz, Bettarini, Dal Prà, Croce…). Tra le Ghosts Ladies anche una ex Pink Vipers, l’attaccante Piera Costa. All’esordio le ragazze allenate da Massimo Frizzi hanno pareggiato (4-4) con il Monleale.

I risultati della prima giornata.
Girone “A”: Assicura Asiago Pink Vipers – Draghi Torino 4-0; Ghosts Ladies Padova – Monleale 4-4.
Girone “B”: Modena – Empoli 1-6; Massa – Molinese 4-1.

Classifiche.
Girone “A”: Assicura Asiago Pink Vipers punti 3; Ghosts Ladies Padova e Monleale 1; Draghi Torino 0.
Girone “B”: Empoli e Massa punti 3; Molinese e Modena 0.

Il programma della seconda giornata (sabato 18 e domenica 19 aprile).
Girone “A”: Assicura Asiago Pink Vipers – Ghosts Ladies Padova; Draghi Torino – Monleale.
Girone “B”: Molinese – Modena; Empoli – Massa.

Foto allegate di Carlo Dal Sasso

Assicura Asiago Pink Vipers
Ufficio Stampa

 

Foto allegate
Clicca per vedere l'ingrandimento della foto
Daniela Alzetta, attaccante delle Assicura Asiago Pink Vipers.

 
      


 


 

The watch market already had its Rolls Royce and Aston Martin in the form of rolex replica Patek Philippe and Jaeger-LeCoultre, what it needed was a Volkswagen, a hearty, reliable product for the masses, and replica watches that's what Wilsdorf provided. His dream was to make a watch that was the ultimate in rugged usability, something that looked good and could be worn by real people doing real jobs without fear of damage. But there was one element standing is rolex replica his way: water. Even as invisible humidity, water was the nemesis of a mechanical watch, finding its way into every nook and cranny and eating away at the delicate innards. So when Wilsdorf gave his 'Oyster' watch to Mercedes Gleitz for her to wear replica watches uk while she swam the English Channel, eyebrows were raised. Thanks to the hermetically rolex replica sale sealed case - screwed down at the front, back and crown - the watch performed without a hitch.