[Notizia inserita il giorno 24-04-2009] archivio news
clicca per ingrandire la foto

UNDER 13 IN “GITA” A BUJA.

La vittoria coi Diavoli nella seconda partita permette di conservare la testa della classifica a pari punti col Buja e di andare allo spareggio per la leadership del girone.                                                     

Chiusa la “regular season” con la peggior prestazione stagionale.

 

“Inguardabili!” tuonano in coro i coach Roby Cantele e Claudio Mantese al ritorno della lunga trasferta in quel di Buja, dove la nostra Under 13 ha partecipato all’ultimo concentramento stagionale.

“L’attenuante del campo difficile vale fino ad un certo punto” continua coach Cantele visibilmente “Inviperito”… la non voglia di giocare ha prevalso ed una netta sconfitta e una vittoria di misura sono il logico risultato. La squadra vista oggi non è neanche l’ombra di quella che 20 giorni fa ha rifilato 7 gol al Buja senza subirne neanche uno!.

Se consideriamo che il gol che ha spianato la strada al Buja lo abbiamo letteralmente realizzato noi e se pensiamo che il nostro portiere è risultato di lunga il miglior giocatore in campo è l’emblema di una giornata decisamente no. Speriamo ora che i nostri giovani atleti, nonostante la giovane età, si facciano un esame di coscienza e che si preparino per la final-eight di Molina di Quosa con tutt’altro spirito”.

Ora il regolamento prevede uno spareggio (che si disputerà sabato prossimo nel neutro di Sacile con inizio alle ore 15:00) per decidere chi è la squadra che si aggiudicherà il primo posto del girone.

La società ASD Asiago Vipers vuole infine ringraziare il Comune di Buja ed in modo particolare l’assessore allo sport che ieri in occasione della partita ha consegnato un gagliardetto celebrativo alla nostra squadra, in nome dell’affetto e l’amicizia che il Comune di Buja ha per l’Altopiano dei 7 Comuni.

 

 

I TABELLINI DEGLI INCONTRI:

 

TAURUS BUJA-ASIAGO VIPERS 4-0 (PRIMO TEMPO 0-0)

 

TAURUS Buja: Persello M., Bellinzier N., Tessaro N., De Cecco S., Persello G., Scalora E., Bertossio F., Pezzetta E., Viani A., Forgiarini T., Forgiarini P., Fumagalli M., Matiussi M.

Asiago Vipers: Olando F., Alberti E., Ambrosini B., Berthod T., Cantele G., Cantele R., Cottignola M., Francescato M., Longhini D., Longhini R., Marobin T., Rigoni M., Rigoni N. (All. Roberto Cantele e Claudio Mantese)

 

MARCATORI: Bertossio F. (B) 16:06, De Cecco S. (B) 25:06, Pezzetta E. (B) 25:59, Persello G. (B) 27:02

 

DIAVOLI VICENZA-ASIAGO VIPERS 2-5 (PRIMO TEMPO 0-2)

 

Diavoli Vicenza: Quaresimin D., Peretti M., Sponza M., Dal Lago T., Bonato G., Sponza G., Dal Lago M., Dal Lago E., Butani E. (All. Iordachiou B.)

Asiago Vipers: Olando F., Alberti E., Ambrosini B., Berthod T., Cantele G., Cantele R., Cottignola M., Francescato M., Longhini D., Longhini R., Marobin T., Rigoni M., Rigoni N. (All. Roberto Cantele e Claudio Mantese)

 

MARCATORI: Davide Longhini (A) 07:41, 12:28 e 17:06; Sponza M. (V) 16:37, Cottignola M. (A) 18:34, Cantele R. (A) 26:00, Dal Lago E (V) 27:07

 

 

Nelle foto allegate le immagini della trasferta a Buja.

 

ASIAGO VIPERS

SETTORE GIOVANILE

 

Foto allegate
Clicca per vedere l'ingrandimento della foto
Fasi della partita vs Buja
Clicca per vedere l'ingrandimento della foto
Mantese e Cantele cercano di riordinare le idee
Clicca per vedere l'ingrandimento della foto
Il portiere Filippo Olando in azione

 
      


 


 

The watch market already had its Rolls Royce and Aston Martin in the form of rolex replica Patek Philippe and Jaeger-LeCoultre, what it needed was a Volkswagen, a hearty, reliable product for the masses, and replica watches that's what Wilsdorf provided. His dream was to make a watch that was the ultimate in rugged usability, something that looked good and could be worn by real people doing real jobs without fear of damage. But there was one element standing is rolex replica his way: water. Even as invisible humidity, water was the nemesis of a mechanical watch, finding its way into every nook and cranny and eating away at the delicate innards. So when Wilsdorf gave his 'Oyster' watch to Mercedes Gleitz for her to wear replica watches uk while she swam the English Channel, eyebrows were raised. Thanks to the hermetically rolex replica sale sealed case - screwed down at the front, back and crown - the watch performed without a hitch.